La prima astronauta italiana nello spazio

Io c’ero! E’ quello che racconterò ai miei figli e ai miei nipoti: quando la prima astronauta italiana è andata nello spazio, io c’ero.

Il primo sbarco sulla luna me lo sono persa per motivi anagrafici, ma stavolta non potevo perdermi la diretta del lancio di Samantha Cristoforetti, la prima astronauta italiana che sta partecipando alla missione spaziale Futura.

Ho visto i  tre astronauti partire dalla sonda Soyuz, ho visto il pupazzo di neve Olaf volteggiare insieme a loro, ho visto gli schermi con il menu in russo (e mi sono chiesta, ma farli in inglese, no???), ho visto una donna sicura, competente, ma soprattutto fiera di sè, felice. Questa è la cosa che mi ha più colpita della diretta e dei servizi dedicati alla nostra astronauta: il suo sorriso. Il sorriso di chi ha realizzato il proprio sogno, di chi ha lottato e fatto tanti anni di sacrifici, in un ambiente storicamente maschile e così scientificamente complicato che non riesco nemmeno a immaginarlo. Il sorriso di chi ha portato avanti con tenacia e determinazione la sua passione ed è riuscita ad entrare nella storia.

samantha cristoforetti prima astronauta italiana nello spazio

L’equipaggio ha raggiunto stanotte la Stazione spaziale internazionale e ci rimarrà per sei mesi, sei mesi in cui Samantha parteciperà a 200 esperimenti mentre sarà in orbita con gli altri 5 astronauti, il quarantaduesimo equipaggio della missione Futura.

Sono emozionata (solo un briciolo di quanto lo sarà lei!) in quanto donna: perchè Samantha sta dimostrando che anche una donna può fare uno dei lavori più complicati che esistano, che se coltivi i tuoi sogni e ce la metti tutta puoi arrivare dovunque, perfino nello spazio.

Sono emozionata in quanto mamma: non è sempre facile trasmettere ai figli l’amore per il futuro, l’avere un sogno da costruire ogni giorno per raggiungere una meta. A tre anni anche Gabriele è stato un piccolo astronauta

Astronauta carnevale 2

Astronauta carnevale

poi si è orientato più verso l’elettronica, sempre accompagnato dai suoi Lego con cui crea, inventa smonta, rimonta.

Chissà se andrà mai nello spazio… in ogni caso per lui e Nicolò quello che spero è che trovino il loro sogno e mettano tutto il loro impegno per concretizzarlo. Quello che vorrei come mamma è riuscire a trasmettere loro che dovranno difendere con forza i propri sogni e ideali, far fatica e non mollare mai per riuscire a realizzarli.

Grazie Samantha, la storia ti ricorderà come la prima astronauta italiana nello spazio, e io c’ero!

11 thoughts on “La prima astronauta italiana nello spazio

  1. firmatocarla Risposta

    Innanzitutto Gabriele è spettacolare!
    E poi… ma quanto mi sono emozionata ad ascoltare e riascoltare la telefonata della nostra astronauta con la mamma??? avevo i lucciconi, ragazzi….
    E niente. Quando noi donne ci mettiamo una cosa in testa, è fatta! Il futuro è il prersente dei nostri pargoli… è tutto lì. 😉

  2. Genitorialmente Risposta

    Anche io mi sono emozionata tantissimo pensando alla felicità di questa donna, che ha ottenuto una posizione già difficile da raggiungere per un uomo, figuriamoci per una donna.

    Bellissimo anche il costume.

    Ciao
    Flavia

    • Mammaalcubo Autore articoloRisposta

      Grazie cara!
      Ho provato a commentarti sul blog ma mi dà errore…
      Anche il tuo post mi è piaciuto un sacco, ma siccome non riesco più a star dietro alla classifica settimanale ora faccio solo retweet 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *