Prenditi cura delle tue radici

Il nostro passato dice tante cose di noi, di quello che siamo oggi. Le nostre radici hanno impiegato tanto tempo a trovare il punto migliore per attaccare, per farsi strada e crescere. Le situazioni che abbiamo vissuto e le persone che abbiamo incontrato hanno determinato nel bene e nel male quello che siamo oggi, ciò ci spinge ad agire e quali passi faremo in futuro.

Ti capita di tanto in tanto di pensare al tuo passato (sia quello passato passato – il passato remoto che si studia a scuola e non si usa mai a Milano – sia il passato più vicino a noi) e rifletterci su, magari facendo giri spaziali di autoconvincimenti per riuscire a mandar giù qualcosa? Ti capita mai di tornare indietro con la memoria e rivivere dei momenti come se fosse il presente, o ancora ti sei mai chiesta “cosa sarebbe successo se…” in stile “Sliding doors”?

A me capita spesso. Tanti ricordi con il tempo sbiadiscono, alcuni addirittura si cancellano, ma le emozioni legate a certi momenti sono sempre lì e basta una foto, una canzone, una parola, una situazione, a riportarti indietro negli anni e farti riscoprire chi eri. Io lo trovo bellissimo, anche quando si tratta di ricordi “difficili”.

Ricordare le tue radici è terapeutico

Portare a galla ricordi sommersi dà pace. Se sono dolorosi o spiacevoli è facile che con il tempo riusciamo a darci risposte che invece al momento passato non sapevamo darci. Quando i ricordi che riaffiorano sono piacevoli meglio ancora, perché ci possono dare lo slancio se siamo giù e vediamo tutto grigio. In ogni caso ricordare ci aiuta e molte volte guarisce.

Aver cura delle tue radici serve a valorizzare il presente

Se le radici sono sane e forti la pianta cresce rigogliosa e, anche se perde le foglie per un periodo di tempo, sai che continuerà a crescere bene. Se vedi che le tue radici sono deboli puoi curarle, oppure se ti fanno soffocare o danneggiano la tua crescita forse è meglio che ne tagli alcune. Aver cura delle proprie radici non significa farsi andare bene qualsiasi cosa, ma osservarle e monitorarle in modo da prendere le giuste decisioni per te, per quello che vuoi fare e diventare.

radiciPerché mai un post sulle radici?

Perché ho cominciato la sfida RememberNovember e nei primi giorni del mese abbiamo riflettuto sul nostro passato: le nostre radici, il nostro nome, la nostra famiglia, i nostri studi, i libri che ci hanno segnati, i lavori precedenti, gli amici, le nostre passioni.

Le mie radici hanno fatto di me quella che sono oggi. La me-bambina, la me-adolescente, la me-giovane (anche adesso sono giovane, eh, ma diciamo la gioventù dei vent’anni) hanno tutte un denominatore comune:

coca cola loveNon è la Coca Cola.

È l’amore, la passione per qualcosa che ci spinge a dare il meglio di noi. Lo studio, le attività in oratorio, il lavoro, il blog… Non ho mai intrapreso una strada se non ero spinta dalla passione e se non sentivo di potermi spendere al massimo.

L’amore per le persone, quelle che ci sono donate, quelle che ci stanno vicine per molto tempo e quelle che incrociamo per pochi istanti. Quelle che scegliamo di avere accanto e quelle da cui scegliamo di prendere le distanze.

Il mio passato potrebbe stare dentro questa lattina perchè riassume tutto, per questo motivo ho scelto questa foto per il mio #day10.

Adesso occhi aperti sul presente! Pronti? Via!

 

1 thought on “Prenditi cura delle tue radici

  1. Mamma Avvocato Risposta

    Parole vere. Le radici sono il nostro passato ma anche il nostro presente e futuro. Senza, vaghiamo nel vento, lasciandoci portare dalla corrente e difficilmente possiamo raggiungere obiettivi concreti. Nello stesso tempo, però le radici non devono obbligarci a scegliere una strada magari già tracciata dalla nostra famiglia, dala nostra origine, che però non sia in linea con noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *