Dall’osteopata per curare il sonno – parte 1

Sono combattuta: lo scrivo ora o aspetto? Questo post è nella mia testa da alcune settimane ma un po’ per avere maggiori conferme, un po’ per paura di sbagliare, ho aspettato. Ora credo di poterlo dire. Nicolò è guarito. Nicolò dorme.

Non che fosse malato, anzi. E’ un bambino sanissimo e intelligente, ma non dormiva. Dopo tre anni e mezzo mi trovavo sempre assonnata, ad annaspare e strisciare sui gomiti per trovare le forze per arrivare fino a sera. Di giorno un tornado di energia, la sera una palla saltellante fino all’ultimo secondo, la notte continui risvegli, la mattina alle 7 in piedi scattante come una molla carica. Come fa, mi chiedevo, a trovare le forze? Non è normale che non si stanchi mai, che non riesca a rilassarsi e a dormire serenamente per tutta una notte a tre anni suonati.

Ho letto alcuni libri, ho cercato ovunque una possibile causa e altrettanti rimedi, ma niente ha davvero funzionato. Finchè a furia di cercare, mi sono imbattuta in un post di Simplymamma, che raccontava di come avesse risolto il problema del mancato sonno della sua bambina grazie ad un osteopata. La descrizione dei comportamenti e atteggiamenti di sua figlia assomigliava molto a Nicolò: mai fermo, incapacità ad assecondare la stanchezza, scatti di nervosismo, ritmi sempre accelerati. Così mi sono messa in contatto con lei, che mi ha spiegato come l’osteopatia avesse aiutato moltissimo la sua bimba, e tutta la famiglia di conseguenza, a ritrovare il giusto riposo e una maggiore serenità.

Faccio qualche ricerca in rete, potrebbe funzionare. Proviamo a giocare anche noi questa carta e lo portiamo dall’osteopata.

Prima di raccontarvi cosa è successo durante il trattamento e nei giorni successivi, è doverosa una breve premessa per spiegarvi cos’è l’osteopatia e come può essere utile a curare casi come il nostro.

Cos’è l’osteopatia

Fondata sulla conoscenza della fisiologia e anatomia del corpo umano, l’osteopatia è una terapia manuale, complementare alla medicina classica, che cura i disturbi della persona ricreando la fisiologica comunicazione tra i differenti sistemi dell’organismo. 

L’osteopatia è una pratica preventiva e curativa che, senza l’utilizzo di farmaci, mira a ripristinare le perdite o le limitazioni della mobilità e motilità dei tessuti. Per mobilità si intende il macromovimento visibile delle articolazioni; per motilità si intende il micromovimento intrinseco di un organo o di un sistema.

osteopata

Nel caso di Nicolò il problema era il secondo: l’osteopata ha riscontrato in lui l’assenza del movimento del liquido craniale. Ci ha spiegato che per una buona fisiologia si dovrebbe sentire una specie di lento respiro, di ritmo, a livello del cranio. In Nicolò questo ritmo era totalmente bloccato.

Domani ve lo racconto.
 
 

Web Hosting

 
 

5 thoughts on “Dall’osteopata per curare il sonno – parte 1

  1. koko Risposta

    Uh, sembra la descrizione del mio bimbo: più è stanco e più va su di giri!! Seguirò con attenzione i tuoi sviluppi!

  2. Blogghidee Risposta

    Ciao 😀
    ma questa tecnica puo’ avere risultati anche sugli adulti, mi hai molto incuriosita, aspetto il tuo post!
    A presto,

    • Mammaalcubo Autore articoloRisposta

      Credo di sì, ma non sono esperta in materia. Sicuramente l’osteopatia cura tantissimi disturbi sia nei bambini che negli adulti. Dovresti però confrontarti direttamente con un osteopata per le tue esigenze specifiche, così ti saprà dire.

  3. Osteopata Roma Risposta

    Salve, l’osteopata può fare molto per i bambini. Oltre all’esempio citato nell’articolo, si possono prevenire problemi di postura (come la scoliosi) e problemi di coliche, tonsilliti ed otiti.

    • Mammaalcubo Autore articoloRisposta

      Grazie per le informazioni, da tenere sicuramente presente per un approccio combinato con la medicina tradizionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *