Nuove vite

La discesa vertiginosa delle nascite in Italia è un dato di fatto, basta leggere i giornali o curiosare on line per trovare i numeri più nefasti con le relative considerazioni. Le statistiche parlano chiaro ma le emozioni di più, ed è questo che ancora ci tiene in piedi, che ci fa desiderare una nuova vita nonostante l’incertezza del futuro e le difficoltà organizzative ed economiche che ci possono essere. Le emozioni e l’amore che nessun numero e nessun calcolo potranno mai spiegare.

Non sto per fare annunci shock – almeno per il momento non c’è nessuna baby novità che ci riguardi a stretto giro – ma in questo periodo molte persone a me molto care sono alle prese con primi o secondi pancioni, prime o seconde vite appena nate che inevitabilmente ti fanno emozionare e ti fanno vedere il lato più bello della vita: quello fatto di gratuità, di dono, di dolcezza, di rinunce, di tentativi, di abbracci, di sguardi, di amore allo stato puro.

Ieri sono stata a trovare dei miei ex colleghi che hanno avuto la loro prima bimba. So che ora sono impegnati nel duro lavoro dei primi giorni ma so che prima o poi la mamma mi leggerà, quindi lascio queste righe per lei, quando la stanchezza sarà un po’ diminuita e piano piano avrà trovato il nuovo equilibrio.

Lascio le stesse righe anche per un’altra amica che ha portato a casa pochi giorni fa il suo fagottino dopo oltre due mesi in ospedale, due operazioni delicate e un inizio decisamente in salita. Nessuna parola potrà mai arrivare a comprendere fino in fondo quanto sta vivendo in questo momento, perché niente e nessuno può farlo, ma l’affetto che mi lega a lei è speciale e anche se non posso aiutarla concretamente vorrei provare a starle vicina così.

Scrivo pensando anche ad altre nascite di altre amiche, di cui ho appreso notizia solo vedendo delle foto qualche mese fa. Le scelte che abbiamo fatto negli anni ci hanno allontanate ma abbiamo condiviso momenti importanti insieme e una nuova vita è da celebrare sempre, indipendentemente dai giri tortuosi che hanno fatto le mamme alle prese con eventi e situazioni più grandi di loro.

manina neonato

Una nuova vita ti cambia. Il fisico è il primo segno evidente con cui devi fare i conti prima e dopo la nascita e forse uno dei primi a tornare sotto controllo (i chili si perdono, ma le occhiaie come si fa a toglierle???). Tutto il resto cambia in maniera molto più marcata e, oserei dire, irreversibile. Perché una volta che diventi mamma sei mamma per sempre, dentro.

Il tuo baricentro si sposta, dalla testa al cuore, e infine esce per andare a finire su quel mucchietto di pelle morbida che urla, mangia, dorme e riempie pannolini. Qualsiasi sia l’orientamento politico, religioso, qualsiasi sia l’età, la razza, il Paese, non c’è differenza: una nuova vita ti fa uscire da te stesso per poterla accogliere e prenderti cura di lei.

Le tue priorità cambiano. Per questo potrai non essere capita, se va bene, o venire criticata, se va male. In ogni caso ascolta il tuo cuore, può essere che ti faccia commettere anche qualche errore ma col tempo lo capirai e in ogni caso avrai fatto le scelte migliori, quelle di cui non ti potrai pentire.

Le difficoltà ci sono quasi ogni giorno, ma troverai la forza per affrontarle. In questi dieci anni ho sperimentato vari tipi di peripezie con i miei due ragazzi. Non sono certo io a poter dire se tante, poche, grandi o piccole… tutto dipende da con che cosa ci si confronta. Quello che ho capito è ogni età ha le sue sfide, ogni giorno si impara qualcosa e ogni momento vissuto con i nostri figli ci dà la possibilità di dare il meglio di noi. Ognuno ha il suo percorso, i suoi valori e le sue priorità ed è anche per questo che dovremmo imparare a non giudicarci mai, né a credere che lo nostre idee siano universali e valide per tutti.

Quando non trovi la forza, chiedi aiuto. Al marito, ai genitori, ai suoceri, alla sorella, alla zia, all’amica, al vicino di casa, a Dio, a chi vuoi, ma non rimanere sola. Circondati delle persone che ritieni ti possano far stare meglio e che possano aiutarti, sia nella gestione ordinaria della quotidianità che nelle situazioni straordinarie. La mamma è una ma c’è bisogno di un lavoro di squadra che funzioni. E ricorda che la maternità è un master, stai allenando e mettendo in pratica delle capacità che ti aiuteranno sempre.

Ovviamente il tutto è declinabile anche in versione “papà”, ma da mamma ho voluto dedicare questo post alle mie amiche mamme e a tutte le altre neo mamme che lo leggeranno. Ai papà dico in particolare di non sentirsi messi da parte nei primi tempi, ma di avere pazienza e starci vicino come meglio sapete fare. Queste nuove vite che ci vengono donate hanno bisogno di tutto, ma in realtà il loro tutto siamo noi.

In barba ai numeri, alle statistiche e alle campagne pubblicitarie, buon cammino e buona vita a tutte le nuove vite che stanno venendo al mondo!

2 thoughts on “Nuove vite

  1. drusilladeserto Risposta

    Bellissimo questo tuo post!
    Qui al compound dove vivo io stanno nascendo molti bambini e diverse amiche hanno partorito pochi mesi fa. Come avevo scritto in un vecchio post, questa e’ la vera magia della vita…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *