Organizzare creativamente la cucina

Continua il nostro viaggio nell’organizzazione creativa della casa: oggi tocca alla cucina, regno della convivialità e dello stare in famiglia.

In cucina non solo si mangia ma si crea, si socializza, si sta insieme. La cucina è per tutti ed è di tutti: attorno al tavolo si condivide la propria giornata, ci si racconta, si progetta, si discute, ci si confronta. Spesso la cucina è anche la stanza più strategica per comunicare e organizzare le attività della famiglia: ecco perché è importante tenerla in ordine e sfruttarla al meglio.

Come per l’ingresso e il salotto, ecco qualche idea per organizzare questo locale in modo efficiente e, perché no,creativo :-)

Come organizzare la cucina

Ripiano libero

Hai mai sentito parlare di space clearing? È una disciplina che deriva dall’arte cinese del feng shui e consiste nel fare spazio nei propri ambienti liberandosi di ciò che è inutile o legato al passato, per recuperare armonia e aprirsi a nuove possibilità. Eliminare il superfluo attraverso il decluttering ci permette di circondarci solo degli oggetti che amiamo e che ci fanno stare bene, andando all’essenziale e facendoci sentire più liberi.

Una cucina “pulita” è per me uno spazio leggero, con un ripiano libero e ogni oggetto al proprio posto.

Prima di arrivare ad organizzare la dispensa, le pentole, i piatti, le posate, i bicchieri, gli utensili, gli strofinacci, i sacchetti e tutto ciò che abitualmente usiamo per cucinare e mangiare, proviamo a “ripulire” il ripiano principale, lasciando solo l’essenziale.

Un ripiano libero è più veloce e facile da pulire, fa comodo quando sistemi le borse della spesa o se devi appoggiare temporaneamente qualcosa. Quando cucini lo riempi di tutto ciò che ti serve, poi via, tutto dentro a cassetti, sportelli e pensili.

organizzare-ripiano-cucina

(No, non sta lavando i piatti, sta solo giocando con l’acqua!)

Oggetti a portata di (ogni) mano

Avere un piano di lavoro leggero non significa non avere nulla in vista, ma tenere a portata di mano solo gli oggetti che usiamo più di frequente. Una barra con appesi gli utensili (ho scoperto che ne esistono anche di magnetiche!), un gancio per lo strofinaccio, dei porta barattoli a muro ad esempio sono molto utili e funzionali.

organizzare-cucina-barattoli-utensili

Se barattoli di vetro, coltelli e utensili è meglio che stiano alla nostra altezza, può essere invece una mossa vincente tenere a portata “di bambino” tovaglioli, frutta o il necessario per la colazione: man mano i bimbi diventano grandi è bello coinvolgerli nella preparazione della tavola o mentre cuciniamo. Aiutare nelle piccole attività domestiche ha un grande valore educativo e se li coinvolgiamo a loro farà piacere sentirsi partecipi e responsabili.

Contenitori e stoviglie impilabili

Per risparmiare spazio in cassetti e sportelli il segreto è giocare a Tetris: scegliendo pentole, stoviglie e contenitori impilabili una buona parte del lavoro è già fatta. Il resto fanno il decluttering e il tuo personale ingegno nell’incastrare gli oggetti nello spazio che hai a disposizione.

Frigorifero Pinterest

Non entro troppo nel dettaglio perché solo per questa voce si potrebbe spaziare all’infinito, ma organizzare il contenuto del frigorifero è un lavoro che richiede pazienza e costanza. A meno che tu non faccia la spesa tutti i giorni comprando freschi regolarmente, per riuscire a far stare tutto (e solo) quello che serve in frigo dovrai sudare sette camicie: dovrai stare attenta a non far marcire frutta e verdura, controllare la scadenza dello yogurt e delle uova, non far colare liquidi non identificati dai vasetti e tutta una serie di altre divertentissime attività.

Ad aiutarti in questa impresa c’è Pinterest con la sua carrellata di frigoriferi americani a due ante pieni zeppi di ogni ben di Dio, tutto perfettamente organizzato – ed etichetta munito – in contenitori e scatole trasparenti. Ogni categoria di alimento ha il suo contenitore e ogni cosa trova il suo posto nel mondo.

(Se non era chiara la sottile vena ironica, su questo punto ho ancora molto lavoro da fare!)

Un tocco di personalità e creatività

Contenitori trasparenti con etichette

A Pinterest devo dare il merito però di avermi ispirata a ordinare meglio alcuni alimenti utilizzando barattoli trasparenti in vetro o in plastica: c’è da sbizzarrirsi con forme ed etichette. Io uso i barattoli di vetro per sale, zucchero, farina, pane grattugiato e caffè. Li adoro!

Se ti piace scrivere a mano ti consiglio di usare le etichette con un “effetto lavagna”: utilizzando i pennarelli a gesso liquido la scritta è abbastanza duratura e con un colpo di spugna è un attimo cancellarla e riscriverla.

 

dispensa-barattoli-vetro-etichette

Altrimenti se preferisci averle già pronte ho trovato queste bellissime etichette adesive fai da te: le puoi stampare e incollare senza colla sui barattoli. Effetto “wow” garantito!

Riciclo creativo

Se hai la passione per il fai da te e ti piace creare nuovi oggetti partendo da materiale di recupero, potresti fare un portaposate alternativo colorando vecchi barattoli: un modo originale, compatto e colorato per organizzare le posate!

organizzare-cucina-posate-riciclo-creativo

Comunicazioni di famiglia

Ultima, ma non meno importante, l’organizzazione della comunicazione di famiglia. Noi usiamo:

  • una bacheca grande dietro il tavolo con i foglietti della scuola, gli inviti dei compleanni, gli avvisi del catechismo e tutte le cose da ricordare che viaggiano su carta e non sono posta;
  • delle lavagne adesive sulla porta, ci scriviamo liste, menu, messaggi d’amore :-)
  • il calendario della famiglia, la vera svolta organizzativa da quando i bambini hanno iniziato l’asilo e poi la scuola.

Perché proprio in cucina? Perché è il luogo più frequentato da tutti noi in contemporanea, è una posizione comoda al mattino prima di uscire e la sera prima di andare a dormire. Chi non si ricorda qualcosa (o vuole sapere in dettaglio cosa si farà domani, dopo domani, dopo dopo domani e così via…) va a vedere sulla bacheca, sul calendario o se c’è un messaggio sulla lavagna. Poi ovviamente chiede alla mamma che, se è stata abbastanza brava a scrivere, passa l’esame senza particolare affanno.

 

Come hai organizzato la tua cucina? Qual è il tuo stile? Prova a ripensare agli spazi e agli oggetti che hai: puoi eliminarne qualcuno o puoi organizzarli meglio? Raccontami la tua esperienza, è sempre un piacere confrontarsi e trovare nuove idee :-)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>