Quante volte hai avuto un momento creativo ma poi non sei riuscito a concretizzarlo perché bloccato dalla paura, dal giudizio degli altri, dagli ostacoli che hai incontrato sulla strada? Ti è mai successo invece di riuscire a trasformare la tua idea in realtà?

“Lo spirito creativo” di Daniel Goleman (l’autore di Intelligenza emotiva) ci aiuta a coltivare e liberare lo spirito creativo che sta dentro di noi, perché la creatività è alla portata di chiunque si senta spinto a migliorare le cose e anima tutto un modo di essere: è desiderio di innovare, esplorare nuovi percorsi, realizzare sogni.

lo-spirito-creativo-goleman

I momenti creativi sono vitali in qualsiasi ambito: nelle relazioni con gli altri, in famiglia, sul lavoro, nella vita di una comunità, ecco perché è importante imparare a riconoscerli, valorizzarli e liberarli. Già, perché affinché la creatività si manifesti serve prendere quel qualcosa che abbiamo dentro e dargli vita esprimendolo fuori di noi.

 

La creatività nei bambini

Per il bambino la creatività è uno stato naturale e le esperienze creative che facciamo durante l’infanzia modellano gran parte di ciò che faremo da adulti. È importante mantenere vivo questo spirito e stimolarlo, a casa come a scuola.

Un eccessivo controllo, la competizione, la valutazione, la pressione uccidono la creatività nei bambini. Anche il tempo, quando viene negato, diventa un killer della creatività perché non le permette di esprimersi come vorrebbe.

Lo spirito creativo invece si nutre di incoraggiamenti e attraverso la ripetizione il bambino trova quella sensazione di auto-efficacia che gli consente di dominare le situazioni difficili. Ciò che conta è il piacere, non la perfezione!

creativita-bambini

Ingredienti della creatività

Goleman individua alcuni ingredienti che contraddistinguono tutti gli atti creativi. Vediamo quali sono.

Esperienza in un’area specifica

Ognuno è creativo in un’area specifica: serve essere esperti in un determinato campo, è lì che bisogna andare a liberare la creatività.

Pensiero creativo

Dobbiamo accostarci alla realtà in modo da trovare nuove possibilità. Secondo Gardner

l’individuo creativo è chi è in grado di risolvere un problema o escogita qualcosa di nuovo che venga apprezzato in un determinato campo

Le persone creative sperimentano sempre, non si fermano mai.

Passione

La passione è la nostra motivazione intrinseca, l’esigenza di fare qualcosa solo per il piacere di farla. È il motore che fa muovere tutto.

Costanza

Chi è appassionatamente coinvolto in ciò che fa non rinuncia facilmente, ma insiste anche quando gli altri oppongono resistenza alle sue innovazioni.

Pubblico giusto

L’idea deve essere abbastanza logica perché la gente la prenda sul serio. Non basta la novità: ogni atto creativo deve avere un pubblico appropriato e competente.

microfono-pubblico

Fasi del momento creativo

La creatività non è un lampo di genio estemporaneo, ma è frutto di un processo che ha bisogno dei suoi tempi e dei suoi modi per arrivare al successo. Ecco quali sono le fasi del momento creativo.

1. Preparare la strada

La fase di preparazione è quella in cui ci si immerge nel problema alla ricerca di qualsiasi informazione utile. L’immaginazione vaga libera.

2. Incubazione

Lasciar fermentare il problema, dormirci sopra. La mente continua a cercare la soluzione, potere dell’inconscio.

3. Fantasticare

Quando non pensiamo a nulla in particolare siamo più aperti alle intuizioni. Fantasticare è utile alla creatività.

4. Illuminazione

Immergersi nel problema e fantasticare portano all’illuminazione, che andrà poi trasformata in realtà attraverso l’azione.

 

Strumenti per sviluppare la creatività

Come fare a sviluppare ed esprimere la nostra creatività? L’autore ci suggerisce 4 strumenti.

1. Fiducia

Avere fede nella tua creatività significa avere dentro te un potere sempre disponibile. Tutto parte da una spinta interiore: la fede è intuito, lampo di genio, volontà, coraggio.

2. Assenza di censura

Liberati dall’autocensura, zittisci quella voce interiore di autocritica che blocca le tue idee ancora prima che vengano messe in pratica.

3. Osservazione precisa

Guarda il mondo con la meraviglia e la curiosità di un bambino ma con la precisione di uno scienziato. Interessati alle cose che hai intorno con consapevolezza: impara ad osservare ed ascoltare.

4. Domande penetranti

In periodi di grandi cambiamenti le risposte non durano a lungo, ma se fai le domande giuste puoi ricavarne un grande valore. Una vita creativa è una continua ricerca e le buone domande sono guide utilissime.

Alla fine del libro Goleman propone anche degli esercizi pratici per sperimentare e liberare la creatività: li ho trovati davvero utili ed interessanti. Per la serie #nonsoloteoria :-)

Tu come fai entrare la creatività nella tua vita? Riesci a liberarla? Se ti va di raccontarmelo sarò felice di leggere la tua esperienza!

 

Questo post partecipa al Venerdì del libro di HomeMadeMamma.

 

Lo spirito creativo: come liberare le idee
Tagged on:                     

4 thoughts on “Lo spirito creativo: come liberare le idee

  • 24 aprile 2017 at 09:14
    Permalink

    Come ti ho già detto, io adoro Goleman: con parole semplici ricorda quanto la felicità è alla nostra portata. Basta accettarsi ed avere fiducia in sè stessi!
    Bellissimo post, grazie per averlo condiviso!

    Reply

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>